Controindicazioni per la terapia ad ultrasuoni

Panoramica

L’ecografia terapeutica è una modalità comunemente utilizzata dai terapisti fisici. La terapia a ultrasuoni conduce le onde sonore nel tessuto per contribuire ad alleviare il dolore, l’infiammazione e le spasmi muscolari, aumentando la gamma di movimenti. L’ecografia terapeutica può essere utilizzata per produrre cambiamenti termici e non termici nel tessuto. Mentre questo tipo di ecografia è sicuro per il trattamento di molte condizioni, ci sono controindicazioni per questa terapia.

sedi

L’uso della terapia ad ultrasuoni è controindicato in determinate aree del corpo, ad esempio sugli occhi. A causa della scarsa disponibilità di sangue in questa zona, il calore causato dalle onde sonore dell’ecografia può accumulare. Ciò potrebbe portare a danni alla retina e aumentare il rischio di cataratta. La terapia a ultrasuoni applicata sui testicoli è controindicata, a causa del potenziale di produrre la sterilità a breve termine correlata al calore. L’uso di ultrasuoni sul petto di pazienti con pacemaker cardiaci è controindicata – le onde sonore potrebbero interferire con le prestazioni del pacemaker. Questo tipo di terapia è anche controindicato sulle ossa in crescita, in quanto lesioni termiche possono danneggiare le piastre di crescita. A causa della tendenza del metallo ad avere una maggiore conducibilità di calore rispetto al tessuto, la terapia con ultrasuoni non dovrebbe mai essere utilizzata direttamente sulle protesi metalliche a causa del rischio di ustioni.

condizioni

La terapia con ultrasuoni non deve essere utilizzata con determinate condizioni mediche. Occorre evitare l’applicazione di ultrasuoni a tessuti cancerosi. La ricerca suggerisce che questo potrebbe promuovere la metastasi o la diffusione delle cellule tumorali in altre parti del corpo. Le infezioni tissutali o ossee localizzate sono controindicate per il trattamento con ecografia terapeutica. Il calore dalla terapia ad ultrasuoni aumenta la probabilità di diffondere l’infezione. I pazienti con malattia tromboembolica o coaguli di sangue devono evitare la terapia a ultrasuoni – il calore potrebbe aumentare il rischio di un disfacimento del grumo. L’ultrasuono terapeutico non deve essere eseguito sulla colonna vertebrale dopo una laminectomia. Ciò comporta rischi di lesioni al midollo spinale.

Gravidanza

L’ecografia terapeutica non deve essere applicata all’addome delle donne in gravidanza. A differenza di ultrasuoni diagnostici, in cui onde sonore innocue vengono utilizzate per fornire un’immagine del feto in via di sviluppo, la terapia a ultrasuoni spesso coinvolge calore e vibrazioni profonde penetranti. La terapia a ultrasuoni potrebbe surriscaldare il feto che può eventualmente portare ad un difetto di nascita, specialmente se somministrato durante il primo trimestre.