Alimenti senza vitamina k

Le donne hanno bisogno di almeno 75 microgrammi di vitamina K al giorno, e gli uomini hanno bisogno di almeno 90 microgrammi per una corretta coagulazione del sangue e la densità ossea. Le persone che prendono diluenti di sangue, tuttavia, devono guardare la loro assunzione di vitamina K e mantenerlo coerente in modo da non interferire con il loro farmaco. Sapere quali alimenti non contengono vitamina K può aiutare con questo.

Carne, pollame e frutti di mare

Il manzo non è una buona scelta se stai guardando l’assunzione di vitamina K perché contiene vitamina K. I prodotti di maiale senza vitamina K comprendono prosciutto, maiale macinato, pancetta canadese e spalla di maiale. Se vuoi frutti di mare, scegli i capesante. Pollo e tacchino, compresi i tacchini di tacchino, sono buone scelte di pollame, ma non mangiare la pelle perché questo può contenere piccole quantità di vitamina K.

Legumi, noci e semi

Legumi e alcuni tipi di noci e semi provvedono alla vitamina K. I semi di soia e fagioli sono i legumi con la maggior parte della vitamina K e gli alveari e le pinne contengono le quantità più alte tra dadi e semi. Coloro che limitano l’assunzione di vitamina K possono ancora tranquillamente mangiare arachidi, mandorle, semi di sesamo, noci di cocco e noci di macadamia, che non contengono questa vitamina.

Frutta e verdura

Anche se le verdure sono una delle principali fonti di vitamina K, mais e funghi non contengono questa sostanza nutritiva. Limitare i verdure a foglia verde cotta, broccoli e asparagi, poiché questi sono tra le verdure con la maggior parte della vitamina K. Se siete in un farmaco di assottigliamento del sangue, scegliete le verdure inferiori alla vitamina K, come fagiolini, piselli, lattuga E il cetriolo. Gli antipasti, i pompelmo, i mandarini, le arance, il succo di mela e le clementine sono esempi di frutti di vitamina K.

Grani e Pasta

Quinoa, riso bianco arricchito, tapioca, spaghetti arricchiti o maccheroni, spaghetti di uova e amaranto sono tra le migliori scelte per i grani se avete bisogno di limitare l’assunzione di vitamina K. Evitare di pasta fatta con spinaci o con altri cereali non elencati in precedenza perché questi contengono almeno piccole quantità di vitamina K.

Latte e uova

È possibile mangiare una porzione di alcuni prodotti lattiero-caseari senza aumentare l’assunzione di vitamina K. Il latte scremato, il formaggio ricoperto di crema, il yogurt greco non grasso, i bovini e la yogurt alla vaniglia o al cioccolato non sono ottimi, ma i tuorli d’uovo, il formaggio e le versioni con grassi ridotte dei prodotti lattiero-caseari possono contenere almeno una piccola quantità di vitamina K.