Complicazioni dopo la chirurgia ernia

Panoramica

Un’ernia si sviluppa quando una parte dell’intestino si protrae attraverso una sezione indebolita della parete addominale, del ventre o dell’inguine. Se l’ernia non può essere ridotta o spinta indietro nell’addome in un ufficio del medico, un paziente affetto può richiedere l’intervento di ernia. I pazienti dovrebbero discutere le complicazioni potenziali dopo l’intervento di ernia con un medico prima dell’intervento chirurgico.

Danno dell’organo interno

Durante la chirurgia ernia, gli organi che circondano l’ernia, come l’intestino, possono essere danneggiati accidentalmente. Il danno dell’organo interno riguarda principalmente complicazioni legate ai movimenti intestinali o alla minzione. Gli uomini che subiscono la riparazione dell’ernia possono anche sostenere un infortunio al vas deferens, un tubo che trasporta lo sperma dai testicoli all’uretra, un passaggio stretto attraverso il pene, durante l’eiaculazione, New York University School of Medicine relazioni. Queste complicanze sono tipicamente mite e risolutive senza ulteriori interventi medici. Ampi danni interni dell’organo possono essere immediatamente riparati se rilevati durante la chirurgia ernia o potrebbero richiedere un intervento chirurgico aggiuntivo se scoperto dopo la chirurgia ernia.

Dolore o fastidio

Alcuni pazienti sviluppano sensazioni insolite di dolore o intorpidimento all’interno dell’area del groin come complicazione dopo l’intervento di ernia, spiega John Muir Health. Tali complicanze possono richiedere un’ulteriore o più ampia chirurgia di riparazione dell’ernia nei pazienti affetti.

Difficoltà urinante

La lesione del tratto urinario può causare difficoltà alla minzione dopo la chirurgia ernia. I pazienti possono avere difficoltà a iniziare la minzione o possono avere problemi di svuotamento completamente della vescica. Queste complicazioni dopo la chirurgia dell’ernia sono tipicamente temporanee e possono essere gestite attraverso l’uso di un catetere per aiutare a scaricare gli sprechi in eccesso dalla vescica.

Sanguinamento o infezione

La chirurgia dell’ernia può aumentare il rischio del paziente di sviluppare complicazioni di sanguinamento o infezione dopo aver eseguito questa procedura, avverte il Baylor College of Medicine. Le complicazioni di infezione possono comprendere nausea, vomito, febbre, brividi o drenaggio dal sito di incisione. Il dolore aumentato può anche essere un segno di complicazioni di infezione in alcuni pazienti dopo la chirurgia ernia. I pazienti che presentano sintomi di infezione dopo la chirurgia ernia potrebbero richiedere ulteriori farmaci antibiotici per risolvere l’infezione: complicazioni emorragiche eccessive sono rari, ma i pazienti interessati richiedono un’assistenza medica immediata per affrontare la causa del sanguinamento. Raramente, un paziente che sperimenta complicazioni emorragiche dopo l’intervento di ernia può avere bisogno di una trasfusione di sangue per ripristinare i livelli normali del sangue nel corpo.

A seconda del tipo di intervento chirurgico dell’ernia, alcuni pazienti hanno un rischio maggiore di provare la recidiva dell’ernia come complicazione dopo la riparazione dell’ernia, la NYU School of Medicine riferisce. L’ernia ricorrente può comparire nel sito di incisione addominale utilizzato per riparare l’ernia iniziale. Le complicazioni di recidiva di ernia possono richiedere ulteriori interventi di ernia in determinati casi.

Ricorrenza dell’ernia