L’aspartame influenza una dieta a basso contenuto di carboidrati?

Potresti non essere in grado di aggiungere lo zucchero a tavola al tuo caffè su una dieta a basso contenuto di carboidrati, ma i sostituti dello zucchero sono consentiti finché contati i carboidrati. Non tutte le diete popolari a basso contenuto di carbide raccomandano l’aspartame, tuttavia, anche se questo può avere più a che fare con le preoccupazioni di sicurezza con il sostituto dello zucchero rispetto a come influisce sulla capacità di perdere peso. Se si desidera utilizzare un sostituto dello zucchero sul piano basso del carb, consultare un dietista registrato per aiutarti a decidere quale potrebbe funzionare meglio.

Mentre non esiste una definizione di base per una dieta a basso contenuto di carboidrati, la limitazione dei carboidrati da 50 a 150 grammi al giorno è considerata un basso livello di carboidrati da parte di molti professionisti, secondo un articolo pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition. La maggior parte dei piani ti limita a 20-50 grammi per iniziare, e aggiunge carboidrati dopo aver perso il peso. Ogni carb contare quando sei limitato, soprattutto durante quelle fasi iniziali. Lo zucchero ha 4 grammi di carboidrati per cucchiaino e non offre alcun valore nutrizionale. La maggior parte dei programmi a basso contenuto di carboidrati suggerisce che la maggior parte dei carboidrati provengono da sostanze nutritive ricche di sostanze nutritive come endive, asparagi, spinaci e broccoli, in modo da ottenere le vitamine ei minerali che il vostro corpo ha bisogno senza tutti i carboidrati. Gli addolcitori artificiali, come l’aspartame, possono essere parte del tuo piano, ma dovrebbero avere 1 grammo di carboidrati netti o meno per servire. Il termine “carboidrati netti” si riferisce ai carboidrati che influenzano lo zucchero nel sangue. Si stima i carbs netti sottraendo grammi di alcool di fibra o di zucchero da grammi di carboidrati totali. La maggior parte dei programmi di dieta a basso contenuto di carboidrati contengono carboidrati netti, non carboidi totali.

Potresti conoscere meglio l’aspartame con i suoi nomi Equal o Nutrasweet. Realizzato dagli aminoacidi fenilalanina e acido aspartico, l’aspartame è 200 volte più dolce dello zucchero e ha solo 1 grammo di carboidrati netti per pacchetto. Oltre all’utilizzo dei pacchetti per dolcificare il caffè e il tè, è possibile trovare anche il dolcificante artificiale nelle bevande dietetiche, nella gomma senza zucchero e in dolciumi a basso contenuto caldo. Mentre l’aspartame è considerato sicuro, ci sono preoccupazioni che potrebbero causare il cancro . La ricerca disponibile non sembra indicare un legame diretto tra aspartame e cancro, tuttavia, secondo la American Cancer Society. Alcune persone si lamentano anche di causare vari sintomi, tra cui mal di testa, problemi digestivi e cambiamenti dell’umore, ma non c’è alcuna prova definitiva di questo, secondo la società del cancro. Evitare l’aspartame se sembra avere effetti negativi: chiunque abbia la fenilchetonuria o PKU, un raro disturbo genetico che impedisca al corpo di rompere la fenilalanina, un aminoacido, dovrebbe evitare l’aspartame e tutti gli alimenti che contengono il dolcificante. Quando la fenilalanina si fonde nel sangue, blocca i prodotti chimici essenziali per arrivare al cervello, che colpisce la salute e lo sviluppo del cervello, specialmente nei bambini.

Mentre l’aspartame è sicuro e basso nei carboidrati, può aumentare l’appetito, secondo uno studio del 2003 pubblicato in Fisiologia e Comportamento, che potrebbe essere un altro motivo per cui si potrebbe desiderare di evitare la dieta a basso contenuto di carboidrati. Questo studio ha scoperto che la fenilanina in aspartame aumenta gli ormoni che influenzano l’appetito; l’uso di alimenti zuccherati con aspartame può anche portare a un aumento di peso. Uno studio sugli animali pubblicato nel 2013 pubblicato in Appetite ha scoperto che i ratti che hanno dato yogurt zuccherato con aspartame hanno guadagnato più peso rispetto ai ratti dato yogurt zuccherato con zucchero. Ma mentre questi studi sembrano indicare che l’aspartame non può fare la scelta migliore se stai cercando di perdere peso, sono necessari studi sull’uomo per determinare se esiste un’associazione tra l’uso di aspartame e un aumento dell’appetito e del guadagno di peso.

Se si desidera evitare l’aspartame, si consiglia di utilizzare un altro dolcificante artificiale a basso contenuto di carb, come la sucralosio o la saccarina. Come l’aspartame, ognuno di questi ha anche solo 1 grammo di carboidrati netti per pacchetto. Se preferisci un sostituto di zucchero più naturale, puoi considerare lo stevia, che ha anche 1 grammo di carboidrati netti per pacchetto. Realizzato in una pianta coltivata in Sud America, lo stevia è 200-300 volte più dolce dello zucchero. Come l’aspartame, questi dolcificanti possono essere aggiunti agli alimenti e alle bevande, oppure li trovate in alcuni dei dieta a basso contenuto di carni che includi nella tua dieta.

Dieta a basso contenuto di carboidrati e dolcificanti artificiali

Informazioni su Aspartame

Aspartame, appetito e guadagno di peso

Dolcificanti artificiali alternativi