La vitamina d migliora il sonno?

Ricerca

Molti studi sono stati condotti sul legame tra la vitamina D e il sonno. Un notevole è proveniente da Anthony Norman dell’Università della California a Riverside, che è un’autorità riconosciuta per la ricerca sulla vitamina D. Nell’agosto 2008, Norman ha pubblicato un giornale nell’American Journal of Clinical Nutrition. In esso ha mostrato legami tra la vitamina D e un sistema immunitario forte, cuore sano e mente forte. Tutte queste cose sono anche aiutate da un miglior sonno raggiunto quando il corpo ottiene una sufficiente quantità di vitamina D.

Luce del sole

La vitamina D viene prodotta naturalmente nel corpo quando esposta alla luce solare. Le persone che sono alla luce del sole durante il giorno tendono a dormire meglio di notte. Questo è il risultato di una sana alimentazione di vitamina D nel corpo. Coloro che non ottengono abbastanza esposizione alla luce del sole possono diventare carenti di vitamina D e sperimentare difficoltà di sonno. Dieci minuti di esposizione alla pelle del braccio e della gamba al sole a mezzogiorno è sufficiente per una giornata di produzione di Vitamina D. Gli stessi risultati possono essere raggiunti da una mezza ora al sole due volte alla settimana.

Cibo

La vitamina D è anche abbondante in alcuni alimenti. Questi includono pesce oleoso come il salmone, il merluzzo e lo sgombro. Gamberetti, latte e uova sono anche fonti eccellenti di vitamina D. Gli integratori alimentari possono essere assunti per compensare una carenza di vitamina D. Tuttavia, è sempre meglio ottenere la vostra vitamina D da fonti naturali, se possibile. Le persone con adeguate quantità di vitamina D nelle loro diete tendono a dormire meglio.

Assunzione consigliata

L’indennità giornaliera raccomandata di vitamina D è di 200 UI. “IU” rappresenta unità internazionali. Le persone anziane richiedono più vitamina D. I soggetti tra i 50 ei 70 anni dovrebbero avere almeno 400 UI, quelli di età superiore ai 70 dovrebbero avere almeno 600 UI. Questi sono numeri minimi. Il dottor Norman invita gli adulti a ingerire almeno 2.000 UI di vitamina D al giorno per migliorare il sonno.

Overdose

È pericoloso ingerire troppo vitamina D. Quelli che ottengono più di 10.000 UI al giorno corrono il rischio di ottenere l’ipercalcemia. Questo è un sovradosaggio di vitamina D. Può provocare costipazione, calcoli renali e dolore osseo. In casi estremi, può causare coma e morte. Ottenere troppo la vitamina D interferisce con la capacità di ottenere un buon sonno. La chiave è trovare un equilibrio e ottenere una corretta quantità di vitamina D nel tuo sistema.